Riecco l'incubo dell'inceneritore a Giugliano: i cittadini già si mobilitano sulla rete

Sulla rete qualcuno fa ironici salti di gioia per l'inceneritore che dovrà essere costruito a Giugliano in Campania, qualcun'altro li fa sul serio perché dovrà costruirlo materialemente con una "montagna" di euro provenienti da quello che è il più grosso scandalo italiano: Il CIP 6 in vigore solo in Campania.
Cos'è questo sconosciuto? Beh non è altro che uno strumento che istituisce un fondo per le energie rinnovabili pagato dai cittadini direttamente in bolletta.
Quando i cittadini sentono ciò si rallegrano e si riempiono di se stessi attraverso l'auto referenzialità, ma quando sentono il resto della spiegazione che riguarda l'assimilazione degli inceneritori alle fonti rinnovabili, l'atteggiamento cambia in rabbia.
Ero un “ragazzotto” poco più che 18enne, quando la prima voltà sentii parlare di “Termovalorizzatore”, un bellissimo termine coniato per far sembrare avvenieristico un'impianto che brucia costantemente i rifiuti che, in tutta probabilità, ha avuto la sua ragione di esistere negli anni '80; come si suol dire le mode ritornano e quale momento migliore per farlo ritornare di moda se non questo?

Continuate a leggere il mio articolo seguendo il seguente link: www.puntomagazine.it

Commenti