La camera respinge la legge sull'omofobia

La camera respinge la legge sull'omofobia grazie al voto compatto e di Pdl, Lega e UdC che non si vedeva da molto tempo.
Il testo della prevedeva l'omofobia quale aggravante nei reati penali, infatti è passato il principio secondo il quale si sarebbe avuto una situazione per questa legge una situazione di favore per gli omosessuali vittima di violenza rispetto agli etero.
C'è già chi dice che, portanto il ragionamento ad extrema ratio, si potrebbe annullare anche l'aggravante razziale.
Una legge del genere sarebbe servita per arginare la violenza contro gli omosessuali, un fenomeno che ha visto negli ultimi anni una crescita senza precedenti. Evidentemente la tradizione ha maggior peso della violenza gratuita.
Secondo i politici italiani la il ddl è incostituzionale dopo due anni di dibattiti, sono costituzionali, invece, le leggi fatte la sera per la mattina in blitz magari notturni o che la consulta elimina senza battere ciglio.

Commenti