Come si può mai credere che il fondamentalismo sia giusto.

Ogni qual vota si sente parlare di "fodamentalismo" subito si è portati a pensare all'Islam, perché ogni giorno siamo indottrinati dai media su tale punto. Ci sentiamo, però, scombussolati quando avvengono attentati terroristici ad opera di fondamentalisti cristiani.

Il grande e democratico occidente si prodiga per combattere il terrorismo nei paesi islamici adesso, in Norvegia, cosa dovrebbe accadere? La Lega araba per liberarci dal terrorismo dovrebbe mandare un contingente ad Oslo? La vedo poco probabile come risoluzione.

La sanguinosa vicenda norvegese deve essere un monito. Quando Anders Behring Breivik, un uomo di 32 anni viene arrestato e candidamente confessa alla polizia che il suo gesto era necessario questo è il momento di riflettere: perché era necessario?

L'Italia è un paese potenzialmente a rischio perché abbiamo un partito, non voglio nemmeno nominarlo, con componenti che inneggiano contro l'Islam, gli immigrati e contro quelli del Sud Italia. Molti militanti si reputano estremi difensori della fede cristiana, ma allo stesso tempo si partecipa a riti pseudo pagani, inventati da Bossi che tenta di dare sacralità al confine di una terra che non esiste: la Padania.

Mi domando: ma siamo tornati nel medio evo? Non riesco a comprendere come si possa avere una mente tanto retrograda da inneggiare ai cavalieri templari che Combatterono in Terra Santa quasi mille anni fa; Sveglia! Siamo nel 2011 ventunesimo secolo.

La chiave della civiltà è costituita da una dentellatura dove gli spigoli prendono il nome di: comprensione, rispetto, libertà di religione (meglio se sul modello Francese), inclusione, dialogo, diritti ecc. ecc.

La Norvegia era riuscita ad avere tali aperture e con questo gesto si tenta di chiuderle, ma Harald V, re di Norvegia è stato chiaro dicendo che non darà questo lusso al attentatore.

In Italia, invece, i fondamentalisti convinti sono liberi di parlare e sedere in posti come il Parlamento europeo e Parlamento italiano.

Il fondamentalismo è una piaga che va guarita con tutti i mezzi possibili perché porta divisioni, liti, e nei casi più estremi porta a ciò che abbiamo assistito in questi giorni che ha sconvolto l'Europa. Ciò che accade nei Paesi islamici lo sappiamo benissimo e ciò che accade in Israele con gli ultra ortodossi lo si vede di rado, ma anche loro fanno la loro parte ed hanno una buona dose di intolleranza.

Come si può mai pensare di far esplodere bombe per cambiare le cose, come si può affermare che la crudeltà è necessaria.

Vogliamoci bene e rispettiamoci: due facce di una medaglia necessaria per vivere civilmente.

Commenti

  1. C’è una definizione esatta per la ideologia di riferimento del matto !

    Si chiama NAZI/SIONISMO

    La sua,del matto, è soltanto l’epressione radicale ed estrema nonche delirante di un sistema politico che molto più democraticamente e sbdolamente stà tentando di saldare alcune frange estremiste delle ex destre europee al sionismo internazionale e trasnazionale.
    Per avere una idea precisa di questa stategia politica è sufficente vedere i tentatvi,finora falliti soprattutto grazie a puntuali ed efficaci boicottaggi ed eclatanti casi mediatici,
    di saldare la destra di ALEMANNO alla lobby ebraica e sionista di PACIFICI A ROMA .

    Le simpatie sioniste del matto di Oslo sono ormai conosciute e ampiamente documentate sul web nonche avvalorate dal silenzio stampa che avvolge questo specifico aspetto del problema .
    Quella del matto con simpatie nazi/sioniste è ovviamnte una degenerazione di qualunque ideologia oltre che del prorpio essere ma la sua prende spunto da quel molto piu vasto movimento politico islamofobo e sionista facente riferimento al nazionalista (ebreo ?)xenofobo olandese Gert Wilders a cui fanno riferimento le lobby transnazionali sioniste per giustificare la islamofobia e sostenere quindi la legittimità della occupazione della Palestina da parte d israele.

    http://www.informazionecorretta.it/main.php?mediaId=115&sez=120&id=40553

    La fusione tra lobby ebraica sionista e la ex destra di ALEMMANO è avvenuta finora solo a livello di vertice ma le rispettive basi popolari rimangono ancora distinte e distanti.

    La lobby sionista nelle università rapprrsenta il principale strumento culturale per contaminare ideologicamente e culturalmente le nuove generazioni a questa solo da poco svelata amalgama di ideologie nazionaliste a sfondo esoterico religiso e che solo da pochi anni si sta rivelando all'occhio dell'opinione pubblica europea e mondiale .Purtroppo abbiamo preso coscienza dell'esistenza di questa nuova ideologia soltanto attraverso la sua manifestazione piu degenerata,estremista e delirante.MA almeno ne abbiamo preso coscienza!
    http://www.informazi...ez=120&id=40706

    RispondiElimina
  2. Caro Anonimo,

    mi sarebbe piaciuto che lei si fosse firmato, comunque non fa nulla.

    Lei, in questo commento lasciato alla mia riflessioni sui fondamentalismi, parla di ideologie e teorie che non riesco a coprendere.

    Andiamo per ordine Lei, caro Anonimo, parla di Nazi/sionismo, concetto che, perdoni la mia pochezza, non riesco ad accostare per ragioni storiche; mi spiego meglio: dal mio punto di vista i Nazisti e Sionisti sono agli antipodi perché, se così non fosse, il popolo di Israele negherebbe di fatto l'olocausto e non credo questo possa, in tutta onestà, accadere perché significherebbe dare ragione ai negazionisti.

    Lei Parla di tentativi "di saldare alcune frange estremiste delle ex destre europee al sionismo internazionale e trasnazionale". Mi perdoni ma per le ragioni che ho appena spiegato mi riesce difficile capire questo concetto che tra l'altro ha un po' il sapore di teorie complottistiche.

    Lei parla di "tentatvi,finora falliti soprattutto grazie a puntuali ed efficaci boicottaggi ed eclatanti casi mediatici,
    di saldare la destra di ALEMANNO alla lobby ebraica e sionista di PACIFICI A ROMA". Quello che mi viene da chiedere su questo punto è: da chi è partito il tentativo da Pacifici o da Alemanno? Lo scopo di questa intesa quale dovrebbe essere? Scusi ma proprio non riesco a capirlo. Lei su Alemanno e Pacifici dice che la fusione è avvenuta solo al vertice e non alla base che sono distanti; sarebbe come dire: ti osteggio e non ti condivido, ma sotto sotto siamo amici. Credo che per affermare tutto ciò Lei custodisca gelosamente le prove. Ma se per lei la fusione è avvenuta perché Alemanno andò ad ossequiare il rabbino, vorrei ricordarle che Fini andò in Israele ed indossò anche la Kippah.
    Ho letto con attenzione anche gli altri passaggi che nei quali Lei esprime le sue opinioni su Gert Wilders dal quale il "matto di Oslo" ha preso spunto chiaramente estremizzando le azioni e sulle università che sarebbero, a Suo dire, "il principale strumento culturale per contaminare ideologicamente e culturalmente le nuove generazioni a questa solo da poco svelata amalgama di ideologie nazionaliste a sfondo esoterico religiso e che solo da pochi anni si sta rivelando all'occhio dell'opinione pubblica europea e mondiale". Ho frequentato l'università, ma tutta questa contaminazione non l'ho percepita, forse sono stato poco attento o forse Lei, caro Anonimo, ha una visione della realtà, che molto vicina alle tesi complottistiche che girano su internet negli ultimi anni.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima della pubblicazione saranno controllati e se reputati offensivi o con contenuto scurrile e ineducato non saranno pubblicati.
Qualora non vediate subito il vostro post pubblicato, non disperate perché probabilmente non sono al computer o perché non corrispondono ai canoni della decenza nel senso che sono scurrili, ineducati, offensivi o contenenti riferimenti o immagini pedo-pornografiche o pornografiche.

I commenti Anonimi non saranno più accettati

ciao