martedì 7 luglio 2009

L'Italia grazie al Governo incassa l'ennesima magra figura per il G8

Ancora un volta l'Italia collezione una serie di brutte figure tanto che "Guardian", autorevole giornale inglese, ha raccolto una serie di indiscrezioni dai diplomatici europei che vorrebbero l'Italia fuori da G8 e al suo posto la Spagna.

L'articolo ha fatto infuriare il Ministro degli Esteri Frattini che ha commentato di voler fuori dai grandi giornali del mondo "Guardian", mentre La Russa volendo sminuire l'accaduto dichiarando di acquistare stampa estera non ha fatto altro che dimostrare i suoi limiti a non sopportare le critiche che vengono dall'estero da parte della stampa che non ha problemi di libertà.

A quanto sembra delle promesse per l'Africa, il Governo italiano ne ha mantenuto solo il 3% tanto che Kofi Annan, noto per essere uno dei diplomatici più tranquilli se non il più tranquillo, ha inviato una lettera molto dura a Berlusconi.

I toni non sono molto accesi l'articolo si limita alla descrizione dei fatti; leggendo la parte relativa all'agenda il "Guardian" descrive un vertice privo di idee nuove tanto che Berlusconi stia ovviando al problema attraverso mezzucci cioè aumentando il numero degli ospiti passati da 39 a 44.

Poi c'è anche la scelta di una zona terremotata per il vertice, fatta passare per un gesto si solidarietà per la popolazione colpita, tra l'altro molto criticata.

In molti si aspettano un G8 di basso livello come è successo per quelli precedenti presieduti da Berlusconi quando nel 1994, a Napoli, gli arrivò una comunicazione dalla magistratura e nel 2001 a Genova, dove tutto fu rovinato dai gravi fatti della Scuola Diaz.

Solo con un giorno di ritardo arrivano le repliche della Farnesina (ieri il ministro non ha voluto rispondere alle critiche).

Mi domando per quanto tempo dobbiamo subire queste umiliazioni quando basterebbe maggiore lucidità e sobrietà del Governo per evitarle.

Per maggiori informazioni per l'articolo clicca qui.

Poi, come se non bastasse, a rendere ancora più vergognosa la situazione ci sono questi coglioni che vanno armati alle manifestazioni per rendere il tutto più esplosivo e pericoloso (spero che li arrestino tutti). Voglio solo ricordare che Gandhi ha ottenuto l'indipendenza dell'India con la non violenza.

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca su OK!

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

4 commenti:

  1. L'America di Obama, a differenza di Bush, non ha piu' bisogno dell'"amico" Silvio. La fantapolitica del cialtrone e la sua ridicola pretessa di fare da tramite tra USA e Russia, l'intesa ENI-Gazprom, l'appoggio al South Stream contro il Blue Stream e il gas di Gheddafi sono visti come fumo negli occhi da Francia e Germania. Gli inglesi (ma che strano) si prestano a fare gli scopini di Obama e i loro giornali sono all'attacco per conto dei cow boys. Gli spagnoli sognano (da sempre) di farci le scarpe e quindi si accodano. Speriamo di farla finita con questi buffoni che ci "governano" e solo in questo senso sara' meno dura sopportare l'ennesima umiliazione da parte dei veri potenti della Terra. Pero' i danni che ci hanno inferto nel frattempo saranno durissimi da riparare e ci ricacceranno molto piu' indietro di quello che eravamo anni fa. Altro che G8, India Brasile e altri nuovi ci scacceranno (altro che Spagna!) e conteremo sempre meno, ma forse cosi' avremo tempo per meditare sulle nostre sventure (che comunque ci siamo autoprocurati, ricordiamocelo!) e per cercare di rimettere insieme i cocci fatti da questi delinquenti. Ritorneremo agli anni 50 quando andavamo a chiedere l'elemosina negli Stati Uniti e ci vorranno cinquant'anni per recuperare quella posizione che solo 10 anni fa ci veniva riconosciuta. Brutta bestia l'ambizione, specie se accompagnata da ignoranza e arroganza, vero Mister B.? PS: per capire come funziona la "nuova" America di Obama, pensate un po' a come si comporta nel caso Zelaya-Chavez, o credete ai telegiornali?

    RispondiElimina
  2. Ci sta tentando in tutti i modi, la Spagna, a scalzare l'Italia dalla posizione che ha ottenuto per riconosciuti meriti sul campo: auto, moda, moto, turismo, arte, alimentari (provate a dirmi qualche marchio spagnolo... si contano nel palmo di una mano). Adesso, tramite il Guardian, ci ritentano... ma pensassero alla disoccupazione che hanno che è il doppio di quella italiana; pensassero all'orribile cementificazione della costa Brava e Blanca; pensassero a tutti gli extracomunitari cacciati via dopo il crollo del loro settore edile (a spese del fondo sociale europeo); pensassero alle falde acquifere prosciugate in Andalusia ed all'acqua acquistata in Francia; pensassero ad un Premier (tonto) che voleva mandare un milione di preservativi in Africa dove i figli costituiscono ancora una assicurazione per la vecchiaia dei genitori. Pensassero ai fatti loro che ai nostri ci pensiamo noi.

    RispondiElimina
  3. Ciao, grazie per la partecipazione che stai dando al mio blog: ne sono onorato, ma non credo che la Spagna sia in grado di buttarci fuori dal G8 credo si tratti di una mera provocazione del giornale stesso.

    RispondiElimina
  4. x Anonimo.... almeno informati prima di scrivere un mare di stupidaggini......pensa solo che il debito pubblico della Spagna è al 38%...e che uno spagnolo ha un reddito più alto di un italiano...e praticamente il loro pil procapite è più alto...e non mi dilungo con altre cose...

    RispondiElimina

I commenti prima della pubblicazione saranno controllati e se reputati offensivi o con contenuto scurrile e ineducato non saranno pubblicati.
Qualora non vediate subito il vostro post pubblicato, non disperate perché probabilmente non sono al computer o perché non corrispondono ai canoni della decenza nel senso che sono scurrili, ineducati, offensivi o contenenti riferimenti o immagini pedo-pornografiche o pornografiche.

I commenti Anonimi non saranno più accettati

ciao