Le case distrutte a Viareggio saranno ricostruite "a totale carico dello Stato"

Alle persone che sono state colpite dalla sciagura va tutta la solidarietà del mondo, ma perché le case devono essere ricostruite dalla Stato se la vicenda ha sicuramente un responsabile che deve pagare visto che si è trattato di un cedimento strutturale causato da una cattiva manutenzione. Se il carro avesse subito un giusto controllo sicuramente si sarebbero accorti che le ruote non andavano.

Che lo Stato dia una sistemazione a coloro che non possono rientrare in casa è sacrosanto ma i risarcimenti e la ricostruzione vanno pagati da chi ha commesso l'incidende come vuole il buon senso. Se il governo decidesse di pagare la ricostruzione sarebbe ammettere le proprie responsabilità che a quanto sembra, almeno questa volta, non ha visto che i carri erano stranieri e pezzi venivano da un'azienda non italiana; in ogni caso, qualora la responsabilità sarebbe di un azienda italiana sarebbe la stessa a pagare non lo Stato. D'altronde non si tratta nemmeno di un evento naturale percui provvede lo Stato come nel caso dell'Aquila.

Qualora lo stato costruisse le case di Viareggio dovrebbe anche spiegare da dove prenderà i denari per farlo visto che a L'Aquila sono abbastanza arrabbiati proprio perchè hanno scoperto che i denari non ci sono.

Uno Stato serio con un Governo serio si prodigherebbe non nella ricostruzione ma per fare di tutto affinché i responsabili paghino e vengano condannati quanto più velocemente possibile e allo stesso tempo fornirebbe a coloro che sono senza casa una sistemazione provvisoria. Almeno che il Governo non sappia di essere il responsabile allora, siccome è stato votato dagli italiani, è giusto che a pagare sia lo stato.

A quanto sembra però, dal correre delle notizie sulla rete, il carico doveva arrivare a San Cipriano d'Aversa per arrivare alla ditta di Nicola Cosentino, sotto segretario alla economia, la Aversana Petroli, potete approfondire di più cliccando qui e qui

Forza Viareggio chiedi la testa dei resposabili!

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca su OK!

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.

Commenti