mercoledì 15 aprile 2009

AnnoZero per un'informazione corretta subisce attacchi durissimi

E' passata una settimana quasi dalla trasmissione di Santoro dove in molti hanno fatto una brutta figura, ma solo oggi ho preso coscienza della necessità di scrivere due righe per spiegare che una corretta informazione pone delle domande alle quali vanno date risposte inerenti l'argomento senza dilagare per raffreddare la "patata", qualora la risposta fosse una cavolata il giornalista, a rigor di logica, dovrebbe farlo presente altrimenti è inutile che vi sia. Può farlo presente in due modi: il primo è quello di interrompere e di riportare in carreggiata l'argomento, rischiando di risultare antipatico e maleducato; il secondo è il cosiddetto metodo della seconda domanda che smaschera la prima risposta, in questo caso non si rischia di essere maleducati però, in genere, l'intervistato potrebbe non rispondere o scappare.
Ciò che è accaduto l'indomani della trasmissione di giovedi scorso è incredibile, quasi tutta la stampa ha attaccato ferocemente, su argomentazioni serie, il programma di Santoro al quale è stato dato l'appellativo di sciacallo.
Invito queste persone a vedere la trasmissione prima di parlare e scriver, perché sono venute alla luce delle vicende che nessuno conosceva a causa di una informazione ovattata ad arte per non far male nessuno.
A tal proposito voglio Passareparola anche io per una volta: mi sembra necessario anche in memoria delle circa 300 vittime dell'Abruzzo.



Prima d'ora non ho mai pubbicato alcun video all'interno di un testo perché sono convinto che la notizia priva di edulcorazioni vada ricercata, solo in questo modo non si rischia il completo appiattimento; appare, tuttavia, chiaro che le coscienze sono talmente assopite da rendere necessario l'aiuto del "Deus ex machina": qualcuno che dall'esterno accenda alcune luci che permettono di vedere e capire cosa avviene in Italia.

La trasmissione "incriminata" puoi rivederela cliccando qui.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti prima della pubblicazione saranno controllati e se reputati offensivi o con contenuto scurrile e ineducato non saranno pubblicati.
Qualora non vediate subito il vostro post pubblicato, non disperate perché probabilmente non sono al computer o perché non corrispondono ai canoni della decenza nel senso che sono scurrili, ineducati, offensivi o contenenti riferimenti o immagini pedo-pornografiche o pornografiche.

I commenti Anonimi non saranno più accettati

ciao