Guerra tra Procure... Quello che vorrebbero farmi credere

Assurdo,
non esiste altro aggettivo per descrivere ciò che è avvenuto negli ultimi giorni tra la procura di Salerno e quella di Catanzaro. Chi conta in Italia vorrebbe farmi credere che si tratti di una guerra tra due procure in realtà penso che si tratti della più grande "papocchia" giudiziaria degli ultimi 50 anni. La Procura di Salerno chiede gli atti riguardanti le inchieste che furono tolte al Dott. De Magistris, la Procura di Catanzaro non li manda da Salerno continuano a fiutare qualcosa di strano, forti delle loro indagini, ordinano il sequestro con tanto di decreto di 1500 pagine circa come motivazione. All'indomani del bliz negli uffici di Catanzaro scoppia il putiferio. A "sedare tutto" interviene il Capo dello Stato con una misura che ha dell'incredibile: trasferisce il Capo della Procura di Salerno e quello della Procura di Catanzaro, il primo solo per aver fatto il suo dovere. Avviene lo stesso quando una madre, non sapendo chi dei due suoi figli ha ragione in una lite, da uno scalpellotto ad entrambi... incredibile.

Con orecchi increduli ho ascoltato la nuova questione che va risolta in Italia, oltre a quella meridionale e quella dei riufiuti, adesso si aggiunge la questione morale, dove tutti accusano tutti riguardo gli inquisiti in parlamento manca solo che si rinfaccino, a colpi di numeri, chi ne ha di più: sarebbe bellissimo non averne affatto. Alla luce di ciò vorrei capire con quale faccia, salvando qualcuno, i gruppi politici italiani parlano di "questione morale" non hanno ancora capito che se la cantano e se la suonano da soli. Vedere un parlamento privo di inquisiti, visto l'andazzo, sarà irrealizzabile fino a quando qualcuno di buona volontà non darà un calcio alla proposta di legge popolare denominata "Parlamento Pulito" per farle proseguire il suo iter speriamo solo il prima possibile.

Ormai la politica si sta sgretolando tutti vanno contro tutti il PD continua a segarsi le gambe da solo, dall'altro lato non si capisce bene cosa vogliano fare ormai Tremonti è ridotto al silenzio gli altri farebbero bene ad imitarlo. se fossi in loro e avessi ancora un briciolo di dignità mi dimetterei perché non in grado di governare. Dimettersi... dimenticavo che alcuni di loro non hanno neanche un lavoro mentre lo promettono a noi meschini che votiamo solo il simbolo.

Nei Palazzi della politica attualmente vige la regola dell'arroganza e della superficialità lo si evince quando si spingono gli italiani al consumo: ma con quali soldi? Nessuno dice cosa sta avvenendo in Islanda e in Grecia che la gente si scaglia contro il governo a mo' di guerra civile. Un amico vede uno scenario più nero di quello che vedo io, il che è tutto dire, mi raccontava la sua preoccupazione riguardo le esercitazioni condotte nel Regno Unito per eventuali sommosse popolari... temo possa avere ragione a questo punto.

In un paese dove la giustizia vale solo per i comuni cittadini, mentre la fanno franca già i politici di fascia bassa come quelli delle Province, cosa si può aspettare se non una sommossa... speriamo di no, per il semplice fatto che sarà sempre la povera gente a rimetterci.

Commenti