sabato 25 ottobre 2008

Le proteste studentesche e le risoluzioni sanguinarie

Caro blog,
in questo periodo chi si accinge ad andare alle manifestazioni deve essere molto attento perché alle dichiarazioni di Berlusconi che inaspriscono i toni tra manifestanti e forze dell'ordine, si aggiungono quelle di Cossiga che lasciano senza parole, soprattutto se a pronunciarle è un Senatore a vita e Presidente Emerito della Repubblica. A questo punto a mio avviso andrebbe cacciato via dal Parlamento per quello che ha dichiarato al quotidiano il "Giorno" il giorno 23 ottobre 2008 a pagina 5.

Incredibile la ricetta sanguinaria che viene data a Berlusconi che ha già i suoi problemi: "picchiare tutti senza pietà... anche le maestre...": quando ho letto l'articolo credevo che stesse scherzando, invece no, diceva sul serio con una freddezza da lasciare di sasso chiunque.

Paragonare gli studenti e docenti, che protestano contro una legge ridicola che tenta, tra l'altro, di dare il colpo di grazia alla scuola italiana, a semi di un nuovo brigatismo rosso è follia visionaria. Bisognerebbe prendere atto, invece, che la politica, con le sue scelte di strafottenza a vantaggio di pochi e a discapito di molti, ha provocato tutto questo.

Caro Macinino, sono due giorni che penso costantemente a questa dichiarazione, in fin dei conti, una idea me la sono fatta: queste dichiarazioni, sono il frutto della paura che dopo questo periodo di crisi le cose dovranno per forza cambiare se si vuole sopravvivere e questi signori, che fino ad oggi hanno fatto il bello e il cattivo tempo, come traspare dall'intervista a Cossiga, stanno per perdere il sorriso e la loro arroganza e tra poco capiranno di nuovo che sono a servizio dello Stato e non il contrario.

Basta con la "politica di professione", con gente che è sempre li e non molla la poltrona che, per non andare a casa a lavorare, ammettendo che abbia un lavoro, ha modificato la legge elettorale togliendo, di fatto, al cittadino la facoltà di scegliersi i candidati, selezionandoli da lista di convocati graditi ai vertici dei partiti.

Ti consiglio, caro Macinino, una buona lettura per capire ci sono questi politici cliccando qui.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti prima della pubblicazione saranno controllati e se reputati offensivi o con contenuto scurrile e ineducato non saranno pubblicati.
Qualora non vediate subito il vostro post pubblicato, non disperate perché probabilmente non sono al computer o perché non corrispondono ai canoni della decenza nel senso che sono scurrili, ineducati, offensivi o contenenti riferimenti o immagini pedo-pornografiche o pornografiche.

I commenti Anonimi non saranno più accettati

ciao