Giro della monnezza qualianese in compagnia dei Rangers d'Italia

Aminanto ritrovato durante il raid
foto: Rangers d'Italia
Cumuli di rifiuti incendiati, amianto, materiali edili, vestiti, gomme e monnezza, questo è stato il risultato di venerdi 20 settembre durante un sopralluogo in compagnia dei Rangers d'Italia.
Prima di iniziare il giro i due Rangers, cui di li a breve farò da "cicerone", visitano il Comandante della Polizia Municipale. Espletato il colloquio con D'Onofrio, iniziamo finalmente il giro.
A bordo del loro mezzo 4 ruote motrici il morale è alto facciamo un giro in via Palumbo e riscontriamo numerosi sacchetti di monnezza, Stefano mi dice: "se aprissimo questi sacchetti sai quante multe potrebbero essere comminate?" Annuisco con un cenno e proseguiamo.
Li porto in località "Pozzo Nuovo", la parte che esce sulla circumvallazione, dove c'è un ampio spazio recentemente pulito da rifiuti incendiati ma già preda di nuovi sversamenti; mentre ci avviciniamo sorprendiamo un uomo intento a districare il nodo della corda con cui aveva ancorati i rifiuti sulla sua vettura.
L'uomo, appena vede il mezzo su sui viaggiamo, sbianca in volto e con le mani alzate si avvicina e dice: "non ho fatto ancora nulla ditemi dove posso lasciare questi rifiuti". Stefano e il suo collega gli chiedono dove abita, l'uomo risponde di essere di Giugliano. Dopo una "ramanzina" Stefano gli fornisce il numero del Comune di Giugliano al quale rivolgersi per la fattispecie, l'uomo lega di nuovo la corda e si dilegua in macchina.
Continua a leggere il mio articolo su www.puntomagazine.it

Commenti